Come leggere le sigle dello pneumatico

di Francesca L. tramite: O2O difficoltà: facile

Gli pneumatici, questi sconosciuti! Tutti sappiamo, a grandi linee, cosa sono e che funzione hanno. Tuttavia la stragrande maggioranza degli automobilisti non hanno idea del significato delle sigle riportate sul fianco (spalla) dello pneumatico. È invece molto importante saper leggere questi codici, in quanto ci possono tornare utili in diverse situazioni: ad esempio quando si vuole sostituire le gomme dell'auto, per poter individuare la tipologia migliore, o quando si deve acquistare le gomme invernali o le catene da neve. Come districarsi nella fitta giungla degli pneumatici? Di seguito viene riportata una guida su come leggere le sigle dello pneumatico.

1 Le prime sigle che saltano all'occhio sono il nome della casa produttrice e il modello dello pneumatico. Queste sono riportate a grandi lettere sul lato esterno della gomma.
Solo su alcuni pneumatici è presente un codice che indica la destinazione d'uso. Quando presente, si trova stampato subito dopo il nome del produttore. Il codice è rappresentato da una delle seguenti lettere: S indica "autoveicolo", LT "autocarro leggero", ST "rimorchio speciale" e T per "temporaneo", presente sulle gomme di scorta.

Dopo il codice di destinazione d'uso sono presenti due serie di numeri che rappresentano la misura dello pneumatico. La prima serie, a tre cifre, indica lo spessore dello pneumatico, espresso in millimetri; la seconda serie, a due cifre, esprime il rapporto percentuale tra l'altezza e la larghezza della gomma. In genere è un valore compreso tra 55 e 75.

2 Segue, quindi, una lettera che indica la struttura interna dello pneumatico. Di solito è presente una "R" che significa struttura radiale. "HR" indica, invece, uno pneumatico radiale adatto ad alte velocità.

Il numero successivo indica il diametro della gomma, quindi il diametro del cerchione più adatto per lo pneumatico. È una misura espressa in pollici.

Il codice che segue è l'indice di carico, un numero molto importante che rappresenta il peso massimo che la gomma riesce a sopportare. Questo codice non esprime direttamente il peso, ma deve esser convertito in Kg, facendo riferimento ad una specifica tabella.

L'elemento successivo all'indice di carico è la categoria di velocità: una lettera che indica la velocità massima che la gomma può sopportare per il peso indicato. Le categorie di velocità vanno da A a Y; ad esempio la lettera "S" significa che il veicolo può viaggiare a 180 km/h per lungo tempo.

Continua la lettura

3 Inoltre è presente la sigla TL o la scritta TUBELESS, cioè senza camera d'aria.
Vicino alla scritta tubeless c'è una freccia che indica il senso di rotazione, un'importante indicazione per il gommista che monterà la gomma dal lato indicato per evitare problemi di aquaplanning.

Al di sotto della sigla TL si trovano dei numeri definiti DOT.  Questi rappresentano la settimana e l'anno di costruzione.  Approfondimento Moto: come leggere la scritta sulle gomme (clicca qui) La sigla DOT è essenziale per la commercializzazione della gomma in quanto indica che lo pneumatico supera gli standard di sicurezza fissati dal Dipartimento dei Trasporti

All'altezza dell'indicatore di usura (un tassello posto nella scanalatura principale del battistrada che indica quando lo spessore minimo di 1,6 mm è stato raggiunto) si trova la sigla TWI.

4 Da alcuni anni i nostri pneumatici hanno un'etichetta che ne definisce la classe di efficienza, come per gli elettrodomestici. Le tre aree informative presenti su questa etichetta ci illustrano: la classe di efficienza nei consumi (7 classi, da A a G), la classe di aderenza sul bagnato (da A a G), la classe di rumore esterno.
Viene riportata anche la resistenza alla temperatura, cioè la resistenza dello pneumatico al calore prodotto dall'alta velocità. Ciò può essere indicato con A, B o C, dove A indica alta resistenza e C bassa resistenza.

La marcatura M+S indica un pneumatico "per uso invernale", cioè particolarmente adatto per temperature inferiori ai 7°C, per pioggia e per neve sciolta e fango; inadatto, invece, per uso ad alte temperature ed all'asciutto.

Infine è presente il marchio di omologazione, una serie di numeri che indicano il Paese ed il numero di omologazione.

Non dimenticare mai: Qualsiasi sia il codice di velocità espresso sugli pneumatici, ricordiamo che è la velocità massima di omologazione e NON quella a cui TUTTI sono capaci di guidare in sicurezza. Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://www.sicurauto.it/guida-sicura/i-pneumatici-quali-scegliere-e-come-leggere-le-sigle.htm

Come scegliere i pneumatici giusti per la moto Autocarri: come verificare lo stato degli penumatici Come regolare la pressione delle gomme di una moto Come cambiare un pneumatico

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli